Il mondo che verrà: a Spoleto con UNITELMA-La Sapienza

di Gloria Savini*.

Mercoledì 22 settembre le professoresse Cascioli, Di Benedetto e Savini, in rappresentanza dell’I.P.S.E.O.A.S.C. “G. De Carolis”, hanno partecipato al convegno “Diari di Viaggio- l’impatto della formazione universitaria sulla crescita del territorio grazie alla promozione sinergica dell’incoming turistico finalizzato alla divulgazione della filiera enogastronomica”. L’evento è stato organizzato dall’associazione culturale TuttOggi.info e ha ufficialmente inaugurato il polo di Spoleto di UNITELMA-Sapienza, Università telematica legata alla Sapienza Università di Roma. Ha moderato il convegno Sara Cipriani, Direttore responsabile di TuttoOggi.info.

Sono intervenuti la Dott.ssa Antonella Tiranti, dirigente della Regione Umbria, il Prof. Antonello Folco Biagini, Magnifico Rettore di Unitelma-Sapienza, l’Avvocato Paolo Spacchetti, esperto di internazionalizzazione aziendale, il Dott. Francesco Di Giacomo, Presidente dell’UTC-Umbria,  ed infine Leonardo Perini, esperto di marketing.

I relatori si sono rivolti principalmente alle giovani generazioni, consegnando un messaggio importante: la necessità di una formazione permanente, dinamica e che sappia leggere ed interpretare le esigenze del mercato del lavoro presente con un occhio rivolto al futuro.

Ecco allora la riflessione circa le opportunità offerte da Unitelma-Sapienza per garantire l’opportunità di una formazione di alta qualità e che sfrutti i vantaggi della digitalizzazione, processo che ha avuto una forte accelerazione con l’inizio della pandemia. Occorre “cavalcare il drago” e collegandoci con il territorio, “sforzarsi di immaginare il mondo che verrà”, come ha detto il Magnifico Rettore.

Per la promozione stessa del territorio risultano fondamentali, insieme alla digitalizzazione, la consapevolezza, la cultura e la conoscenza da parte di chi abita il territorio, come ha ricordato la Dott.ssa Antonella Tiranti; ma anche giovani che possano avere una mente aperta ai cambiamenti, disponibili ad acquisire una competenza culturale in merito ai territori esteri,  e che vadano a costituire il “capitale umano”, risorsa strategica per un’impresa che voglia aprirsi al mercato estero, come ha sottolineato l’Avvocato Spacchetti. Per raggiungere tale obiettivo è di fondamentale importanza la preparazione, anche e soprattutto negli ambiti professionali legati al settore turistico, e già negli anni della formazione scolastica e universitaria occorre cogliere le opportunità offerte dal progetto Erasmus, come ha sottolineato il Dott. Francesco di Giacomo, dal momento che da queste esperienze gli studenti tornano con competenze acquisite sul campo non solo in termini di arricchimento professionale, ma anche personale rispetto all’intercultura.

Ha chiuso il convegno l’intervento di Leonardo Perini, che si può racchiudere in due riflessioni importanti rivolte ai giovani e al mondo del digital marketing: occorre continuare a studiare, perché la formazione universitaria costituisce un vantaggio competitivo nel mondo del lavoro; la comunicazione passa non dalla bocca di chi parla ma dalle orecchie di chi ascolta, pertanto occorre affinare gli strumenti per raccontare un territorio e individuare il target del cliente.

La dinamicità della proposta formativa nel percorso scolastico-accademico e  nel mondo del lavoro è senz’altro una  risorsa imprescindibile per trovarsi pronti di fronte ad un mondo in continua evoluzione.

*Si ringrazia  la Dott.ssa Chiara Magna della MEDIA MARKETER di Spoleto, per la foto e il comunicato stampa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*